microfusione a cera persa

1° step:

MODELLAZIONE DELLA CERA

Per effettuare la microfusione a cera persa si parte da una matrice di cera che viene scolpita e modellata attraverso l’uso di spatole, lime, seghetto e altri piccoli attrezzi.

la cera è un ottimo materiale e lascia libero spazio alla nostra fantasia.

si possono realizzare oggetti dallo stile più geometrico usando le classiche tecniche orafe

si possono realizzare anche oggetti dallo stile più plastico utilizzando tecniche scultoree che, nel mio caso, seguono molto l’istinto del momento…

terminata la parte esterna si procede con l’interno che viene scavato per alleggerire il più possibile il pezzo finale…

… una volta trasformato in metallo, il nostro gioiello deve essere facilmente indossabile!

2° step :

MICROFUSIONE A CERA PERSA

terminate le nostre matrici in cera si può procede con la microfusione a cera persa, nel mio caso (avendo una piccola produzione) mi rivolgo a delle fonderie del settore orafo poiché con i macchinari più recenti si ottengono prodotti decisamente migliori.

Si tratta di un metodo artigianale concettualmente semplice ma che necessita di grande maestria per poter ottenere dei risultati sorprendenti.

La microfusione è una tecnica antichissima, consiste nel realizzare uno stampo in gesso attorno ai nostri modelli in cera, la forma dello stampo è studiata per contenere molti oggetti da fondere, disposti a grappolo intorno ad un canale centrale, per ottimizzare i costi e i tempi di lavorazione. Quando la cera sciolta fuoriesce dal nostro gesso, avremo uno stampo cilindrico pronto a ricevere la colata di metallo fuso.

Un’esperimento molto semplice da realizzare è la fusione in terra o la fusione in osso di seppia. Vi mostro un piccolo video!

3° step:

RIFINITURA AL BANCO

Conclusa la microfusione a cera persa , i pezzi devono essere rifiniti al banco orafo.

Verranno tagliati i canali di fusione , e rifiniti con lime, spazzole, frese e altre lavorazioni come burattatura, satinatura o lucidatura.

Il nostro gioiello è a tutti gli effetti una piccola scultura che possiamo indossare!

ULTIMI ARTICOLI DEL BLOG :

Torèt

Ah, il torèt, che fascino! Torèt è un sostantivo della lingua piemontese che significa letteralmente “toretto”, “piccolo toro”; viene comunemente adoperato per designare la fontanella pubblica dalle inconfondibili corna e il tipico colore verde bottiglia.

Keep reading

mariposa, que envidia tus alas

… il concetto di movimento e trasformazione che viene rappresentato in questa limited capsule collection in cui ogni pezzo risulta differente dall’altro, nessuna riproduzione in serie, solo mutamento, leggerezza e armonia delle forme per richiamare le delicate ali di una farfalla.

Keep reading

KOKU jewels

” Le narrazioni del mito nascono infatti come trasfigurazione poetica di avvenimenti reali naturali e sociali, con l’obiettivo di svelare misteri esistenziali e offrire una risposta a molti dei più profondi interrogativi umani ” (Cit.)

Keep reading

ALA

Ho dato il nome “Ala” a questo volto dai lineamenti femminili poiché nella lingua Igbo (popolo della Nigeria) significa  “Madre Terra” e raffigura la Dea della fertilità, ma anche della creatività e della moralità.

Keep reading

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

7 commenti

  1. […] Atelier VIA PARMA 53 Torino prenota appuntamento in atelier come si ottiene la misura dell’anello ? per una pulizia ottimale del vostro gioiello cos’è la microfusione a cera persa ? […]

    "Mi piace"

  2. […] Atelier VIA PARMA 53 Torino prenota appuntamento in atelier come si ottiene la misura dell’anello ? per una pulizia ottimale del vostro gioiello cos’è la microfusione a cera persa ? […]

    "Mi piace"

  3. […] Atelier VIA PARMA 53 Torino prenota appuntamento in atelier come si ottiene la misura dell’anello ? per una pulizia ottimale del vostro gioiello cos’è la microfusione a cera persa ? […]

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.